Lagane e ceci - Lagani e ciciri

>> domenica 1 febbraio 2009


Ricetta tipica della provincia di Cosenza, la "lagana" è la tagliatella senza uova: solo acqua e farina. Pietanza tramandata dalle nostre nonne, semplicissima e povera negli ingredienti, saporita ed energetica, può considerarsi a tutti gli effetti un piatto unico per la presenza del legume.

In inverno le lagani e ciciri si preparano spesso, soprattutto nei giorni particolarmente freddi e rigidi.
Mia nonna stende la sfoglia sulla spianatoia a mano con il mattarello, con una velocità e precisione sorprendente, per poi tagliare con il coltellaccio le lagane (o anche le tagliatelle).
Io non ho ancora imparato e perciò mi avvalgo dell'aiuto della macchinetta ("nonna Papera")...anche se quelle stese a mano hanno una rugosità ed una consistenza uniche e impareggiabili, e il loro sapore è tutta un'altra cosa.




Ingredienti:

stessa quantità di farina 00 e di farina di semola rimacinata
acqua
ceci secchi
olio extra vergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
sale

Mettere a bagno i ceci in acqua per un'intera nottata. Il giorno dopo metterli a cuocere in abbondante acqua e sale a fuoco bassissimo. Controllare spesso il livello dell'acqua e, se necessario, aggiungerne ancora bollente.
Preparare le lagane con le farine miscelate tra di loro e acqua. Regolarsi sulla quantità di quest'ultima: l'impasto deve essere come quello delle tagliatelle.
Stendere la sfoglia e tagliare le lagane (a mano o con la macchinetta apposita). Farle poi riposare sulla spianatoia per una trentina di minuti.
Lessarle in acqua salata e nel frattempo soffriggere in un padellino l'aglio schiacciato nell'olio (questo servirà da condimento).
Scolare le lagane, aggiungervi i ceci e l'olio caldo, lasciando da parte l'aglio.



Con questa ricetta partecipo alla raccolta-premio "Poveri, ma belli" di Nadia del blog Mamma che buono!

10 sassolini:

Dolcienonsolo 1 febbraio 2009 10:17  

Le lagane...la mia passione io metto anche un bel pò di pepe nero!

unika 1 febbraio 2009 10:24  

buoni...la particolarità di questa pasta è che essendo solo acqua e farina è bella consistente e io l'adoro tagliata a mano che una è più larga e una è più stretta...quella che hanno fatto mangiare a me c'era anche il peperoncino nel soffritto dell'aglio e olio....un bacio
Annamaria

valina 1 febbraio 2009 10:43  

Anch'io ieri ho fatto delle linguine, solo di semola..era la mia prima volta con la pasta fresca!!! :-D

manu e silvia 1 febbraio 2009 16:05  

una pasta molto particolare: per quanto povera sembra davvero un piatto ricco!!!
un bacione

Claudia 1 febbraio 2009 20:42  

Che buone devono essere!!!

Onde99 2 febbraio 2009 09:41  

Chissà che buone! Ammiro molto chi sa fare la pasta in casa, con quella anche i piatti più semplici diventano gustosi!

Cannelle 4 febbraio 2009 19:57  

Conosco bene questo piatto!!!!E' buonissimo!!!Il giorno di San Giuseppe facciamo una variante con paprica e finocchietto selvatico...Mmmmm....se vuoi saperne qualcosa in più cerca nel mio blog http://semplicementeinsieme.blogspot.com/2008/03/lagana-e-ceci-di-san-giuseppe.html
Baci
Cannelle

sorbyy 5 febbraio 2009 16:05  

Questo piatto è spettacolare, per la semplicita degli ingredienti,inoltre credo che sia uno dei piatti della nostra tradizione.
Ciao

sciopina 8 febbraio 2009 00:56  

è un piatto che adoro e che faceva mio padre talvolta quando ero piccola..solo che lui la pasta mica sapeva stenderla bene come te! che bei ricordo..mi sa che gli chiedo come le faceva lui e magari le propongo anch'io..
a presto
sciopina

Lady Cocca 12 febbraio 2009 18:23  

Dimmi Rorò ma sei originaria delle mie parti??? anche noi facciamo le lagane con i ceci e le lenticchie...semplicemente con acqua e farina....proprio come te!!!
Confermo la loro superlativa bontà!!!!
Besitos Lidia

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin