Pan di Spagna

>> domenica 11 gennaio 2009



Che strano effetto mi fa disfare l'albero di Natale; richiudere palline, addobbi, lucine e angioletti negli scatoloni e portarli in soffitta. Stamattina mi sono dedicata a questo, quasi triste e malinconico, compito. Dovrà trascorrere un anno prima di riprenderli in mano...365 giorni ( più o meno).

Il clima ovattato e gioioso delle feste natalizie è ormai trascorso. Si è tornati alla quotidianità. Il 2009 è cominciato un po' sottotono, con ancora in mente e nel cuore i brutti pensieri e le altrettanto brutte cose successe nel 2008. Gli ultimi giorni, anzi gli ultimi 2 mesi del vecchio anno, sono stati terribili.

Ma in poco meno di 10 giorni sentimenti e situazioni sembrano avere aperto uno spiraglio di luce e nuove prospettive ed esperienze.

Prima tra tutte, anche se non ho trovato un vero e proprio lavoro, ho iniziato uno stage convenzionato con la mia università che mi porterà a lavorare inizialmente per 3 mesi, dopo forse anche più, in un'agenzia che offre servizi editoriali, di comunicazione e giornalismo.

In programma ci sono le fiere del libro di Napoli e Torino; la partecipazione a premi letterari e librari qui in Calabria ma anche in tutta Italia; e poi innumerevoli altre attività che mi faranno conoscere il mondo delle case editrici e tutto ciò che gira intorno alla carta stampata.

Una bella opportunità per specializzarmi in qualcosa di concreto (editing ed editoria) che potrà, in un futuro spero non troppo lontano, permettermi di lavorare in una casa editrice. La strada da fare sarà lunga, in salita e con grandi ostacoli; il mio sogno non è certo dietro l'angolo. Ma devo pur certo iniziare da un'esperienza concreta e che faccia, almeno, curriculum (oltre ad assegnarmi i crediti formativi universitari).
Ma, non voglio annoiarvi ancora...
Passo subito al tema del mio post: il Pan di Spagna.
Le proporzioni che uso sono, per ogni uovo:
1 cucchiaio d'acqua calda
40 gr. di zucchero
40 gr. di farina

L'acqua calda aiuta le uova a montare e contemporaneamente rende il dolce, una volta cotto, leggermente umidino, non secco; anche senza farcitura, semplicemente con una leggera spolverata di zucchero a velo è buonissimo. Il risultato, vi assicuro, è infallibile.
Indico qui le dosi per un Pan di Spagna abbastanza grande (teglia da 30 cm di diametro e 10 cm d'altezza) da tagliare tranquillamente in 3 dischi e farcire con 2 strati di crema.
Per un Pan di Spagna più piccolo (teglia diametro 26 o 28 cm) diminuisco la quantità a 6 uova; per una torta invece più grande, per esempio rettangolare 30X40 cm, aumento a 12 uova.

INGREDIENTI
8 uova (a temperatura ambiente da almeno 2-3 ore)
8 cucchiai d'acqua calda ma non bollente
320 gr. di zucchero
320 gr. di farina 00 (oppure 200 gr. di farina 00 e 120 gr. di fecola di patate)
scorza di 1 limone non trattato grattata
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO
Aprire le uova e separare i tuorli dagli albumi. Montare gli albumi a neve fermissima con un pizzico di sale. Montare con le fruste elettriche i tuorli con l'acqua, la scorza di limone grattata e lo zucchero per almeno 15-20 minuti, finché l'impasto non è triplicato di volume e "scrive".
Setacciare la farina con il lievito ed un pizzico di sale. Aggiungere, delicatamente e amalgamando dal basso verso l'alto con un cucchiaio o spatola di legno, un cucchiaio di farina alternandolo ad un cucchiaio di albumi montati a neve e amalgamare. Continuare ad aggiungere farina ed albumi, 1-2 cucchiai alla volta, alternando i due ingredienti senza girare mai in senso orario o antiorario, ma solo dal basso verso l'alto. Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata. Infornare a 170-180 gradi per circa 45 minuti. Fare la prova stecchino e non aprire mai lo sportello del forno almeno per i primi 30-35 minuti. Per capire se il Pan di Spagna è cotto osservare i bordi del dolce: se sono staccati dalla tortiera è pronto.

19 sassolini:

Maurizio 11 gennaio 2009 23:17  

Avrai anche archiviato le feste, ma vedo con piacere che inizi l'anno con tante iniziative e tanta voglia di "fare".... ottimo!!! E' così che dev'essere...
Un caro saluto

Onde99 12 gennaio 2009 09:24  

Sono sicura, per te, come per me, che le brutture del 2008 (anno bisesto anno funesto, te lo dice una che il 29 di Febbraio è nata) siano ormai archiviate: anche per me è arrivato il momento di riprendere in mano la mia vita, per cose meno "decisive" delle tue, ma comunque importanti, e sono sicura che ce la faremo entrambe. Ti faccio un in bocca al lupo sincero per il tuo lavoro (che sembra promettere benissimo), per il pan di Spagna non ne hai bisogno, perché ti è venuto spettacolare!

Claudia 12 gennaio 2009 09:40  

Intanto non ci annoi affatto! siam qui anche per un rinforzo morale sai? Quindi in bocca al lupo per questo stage..ti auguro di realizzare i tuoi sogni in questo 2009!!!! Complimenti anche per il pan di Spagna, nn capisco ancora come fate a farlo venire così bello omogeneo! ihihih baci baci e forza ok????

manu e silvia 12 gennaio 2009 11:11  

Anche noi abbiamo iniziato il cammino post università con stage e altri lavori precari, ma è pur sempre un modo per iniziare!
ti facciamo un grossissimo in bocca al lupo per tutto...anche eprchè dopo queste feste..iniziano i problemi pratici!!
bellissimo questo pan di spagna, davvero perfetto!!
bacioni

sweetcook 12 gennaio 2009 11:31  

In bocca al lupo per il lavoro, ti auguro che si prolunghi oltre i tre mesi e che ti regali tante soddisfazioni.:)

princicci 12 gennaio 2009 12:07  

intanto voglio augurarti ogni bene per questo nuovo anno e poi farti i complimenti...il tuo pds è bellissimo.....baci claudia

Mary 12 gennaio 2009 12:09  

Auguri per un buon inizio , il PDS è bello alto e soffice!

unika 12 gennaio 2009 13:46  

rosy vedrai che pian piano anche per te le cose si metteranno a posto...è bellissimo il tuo pan di spagna:-)
Annamaria

Rorò 12 gennaio 2009 23:05  

Grazie 1000 a tutti per le belle parole che mi fanno un immenso piacere. Spero di riuscire a passare da tutti voi con più regolarità...vi ho un po' trascurato ultimamente.

Bacioni!! ^_^

sorbyy 13 gennaio 2009 10:15  

Il tuo pan di spagna è bellissimo.
Un grande in bocca al lupo per il lavoro ciao

valina 14 gennaio 2009 19:34  

Grazie per la visita al mio blog!! Mi piace un sacco avere "link" con foodblogger lontani da me....Cosenza dista abbastanza da stuzzicare la mia curiosità abbondantemente!!! :-D

Dida70 14 gennaio 2009 22:24  

Mi fanno sempre piacere i post sul pan di spagna perchè ho sempre da imparare!
senti passeresti da me per un pò di premi da ritirare?
ti abbraccio forte bella ragazza
dida

Mariluna 15 gennaio 2009 11:11  

I preparativi delle feste sono sempre emozionanti e proprio l'attesa dei giorni pieni di luci,palline e decorazioni ci carica di allegreia, neanch'io amo disfare l'albero, ma ripongo delicatamente tutto in belle scatole e nuove per riaprirle con gioia ancora nell' prossimo. E' anche vero che i mesi che verranno, almeni i primi due sono ancora bui e freddi e l'animo si incupisce, é faticoso concentrarsi a belle cose ma é necessario fare dei progetti, dei programmi ed impegarsi mente e fisico perché tutto passa senza pensarci troppo, la primavera arriva e vedrai che sarà cosi' anche per te, ti auguro di cuore che tutto vada per il meglio e cerca di mostrarti fiduciosa prima con te stessa e poi verso gli altri, é importante porsi con il sorriso:)).

Ma parliamo di pan di spagna, che non faccio mai perché mi sembra sempre di essere obbligata a farcirlo e non amo molto le creme ma se utilizzando il tuo metodo risulta morbido e spumoso come dici e si vede dalla foto allora lo provo, l'occasione si presenta proprio il prossimo 20 di questo mese compleanno del mio bimbo (ancora non voglio abituarmi) ragazzo che farà 13 anni della mia felicità.
Un grande abbraccio ed immancabile imbocca al lupo. *___*

CARMEN 15 gennaio 2009 20:10  

CIAO ROSY....DA UN Pò CHE NON FACCIO UN GIRETTO...COMPLIMENTONI è SEMPRE UN PIACERE GUSTARE ANCHE SE SOLO VIRTUALMENTE IL TUO BLOG...

CARMEN

Rorò 16 gennaio 2009 15:13  

Carmen...bella!! Che piacere leggerti qui da me!!
Grazie della visita!

Bacioni. ^_^

Cannelle 17 gennaio 2009 16:55  

Ciao Rorò, in bocca al lupo per i tuoi progetti e grazie il trucco dell'acqua calda (nn lo sapevo!).
Baci
Cannelle

Rorò 18 gennaio 2009 01:33  

Ciao Rorò, mia omonima, ho visitato volentieri il tuo blog , mi piace molto. Mi ha attirato la tristezza che provi nel riporre in soffitta gli addobbi natalizi...succede anche a me lo sai? Ma bando alle tristezze un altro anno è iniziato e auguriamocci che sia migliore di quello trascorso...e come augurarcelo se non davanti ad un divino pan di spagna? Brava Rorò ti aspetto da me...se vuoi...sai io sono novellina! Ci terrei a sapere se è il caso di continuare con il mio blog o chiuderlo.
Un bacio, Rorò.
Il mio blog è: www.ilblogdiroro.blogspot.com

Rorò 18 gennaio 2009 20:24  

cara Rorò, non credo c heci sarò cinfusion con i nostri due blog anch se siamo omonime i nostri blog hanno un titolo diverso e poi tu ssei giovane hal'etò fi mia figlia.
un bacio Rosalba

intelligence 20 gennaio 2009 20:11  

If you could give more detailed information on some, I think it is even more perfect, and I need to obtain more information!
runescape powerleveling

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin