Tris di dolcezze

>> domenica 17 agosto 2008




La scorsa settimana, in occasione del 25esimo anniversario di matrimonio dei miei genitori, seppur nella morsa del caldo, ho preparato qualche dolcetto. E nonostante mi ripropongo sempre di fare e provare qualcosa di nuovo, magari di sfizioso e particolare, immancabilmente i miei ospiti esprimono le loro richieste e sono costretta, con infinito piacere per l'apprezzamento verso determinate ricette, a proporre quelli che sono diventati a pieno titolo i miei "cavalli di battaglia".

In effetti nella mia famiglia io sono considerata la "pasticcera" della situazione, non certo perchè sia brava da avvicinarmi all'arte della pasticceria, bensì le altre donne di famiglia non hanno per nulla pazienza nella preparazione di dolci (per fortuna se la cavano egregiamente nel salato), e gli ometti sono golosi di quelle 4-5 torte o crostate che mi richiedono in ogni occasione.

Insieme al Tiramisù (classico ed alle fragole), alla Torta al cioccolato ed al Pan di Spagna farcito con crema al limone, il Tris di dolcezze che vi propongo fa parte ormai delle ricette che conosco a memoria. Niente di speciale, lo so. Tutti dolci casalinghi e facilissimi da realizzare; ma cosa posso farci se i miei parenti sono monotematici?

Ma passiamo alle rispettive ricette

CROSTATA AGLI AMARETTI E MARMELLATA DI PRUGNE




Non è la solita crostata di marmellata con le "listarelle" ma è fatta con amaretti bagnati nel rum e lamelle di mandorle. La simil-pasta frolla è molto molto morbida e tra l'altro si presta benissimo anche come base per la torta di frutta.


INGREDIENTI

500 gr di farina

150 gr di burro

100 gr di zucchero

5 uova (3 tuorli e 2 interi)

buccia di 1 limone grattata

1 bustina di lievito per dolci

marmellata di prugne (quantità a piacere)

1 confezione di amaretti

rum

lamelle di mandorle spellate (che non ho usato)

PROCEDIMENTO

Preparare la pasta frolla nel modo classico. (Risulterà molto morbida.) Lasciarla riposare in frigorifero per circa 1 ora. Stenderla tutta nella tortiera senza lasciarne da parte poichè non ne servirà. (Di solito uso una tortiera bassa bassa di circa 30 cm di diametro ma bisogna tenere presente che più è alta la tortiera più la crostata tende a lievitare in altezza. Quindi, in base all'effetto che si vuole ottenere, simile ad una crostata o ad una torta, si sceglierà lo stampo.)

Stendere la marmellata di prugne sulla frolla. (Siccome la marmellata di prugne è molto acida, e può non accostarsi ai gusti di tutti, aggiungo 1-2 cucchiai di marmellata di albicocche).

Bagnare gli amaretti interi nel rum diluito con un po' d'acqua (in questo caso le proporzioni tra acqua e rum sono soggettive) e sistemarli sulla crostata. Più gli amaretti saranno inzuppati, più si ammorbidiranno in cottura.

Posizionare infine le infine le scaglie di mandorle e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 45-50 minuti.



CIAMBELLONE AL LIMONE


Il ciambellone è una variante del Ciambellone di Alessandra601, una forumina di Alfemminile, che ho preparato più volte in più versioni (mele e cannella, cacao e farina di cocco, limone). La versione originale di Alessandra601 prevede l'uso di 3 uova, ma siccome per me i ciambelloni devono essere di dimensioni gigantesche (altrimenti che ciambell-ONE è?), ho modificato la ricetta aumentando gli ingredienti e proporzionandoli a 4 uova.

Questo dolce, che naturalmente vi consiglio per la prima colazione, lascia stupiti per la morbidezza e fragranza, che mantiene anche dopo una settimana (ve lo posso assicurare, purchè lo si chiuda per bene, anche tagliato a fette, in un contenitore ermetico), per il profumo e sapore intenso di limone, per la scioglievolezza in bocca.

INGREDIENTI (misurare nel bicchiere di plastica usa e getta)

4 uova

2 bicchieri di farina 00

2 bicchieri di fecola

2 bicchieri e mezzo di zucchero

1 bicchiere di latte

1 bicchiere e 1/3 di olio di semi (oppure olio d'oliva non troppo forte)

buccia di 2 limoni grattata

succo di 1 limone

1 pizzico di sale

1 bustina di lievito per dolci



PROCEDIMENTO

Sbattere le uova e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e bianco.Aggiungere l'olio, il latte, la scorza di limone, la farina e la fecola setacciate con il lievito, il sale e per ultimo il succo di limone.Versare in uno stampo da ciambella da 28 cm di diametro ed infornare a 180° per circa 45 minuti.



BOCCONOTTI CALABRESI



I bocconotti, almeno da me, si fanno riempiendoli essenzialmente con marmellata (la ricetta d'una volta prevedeva mostarda, cioè marmellata d'uva), Nutella, oppure un impasto di mandorle tritate e uova. La ricetta d'una volta prevedeva anche olio oppure strutto, sostituiti oggi con il burro.
Non esiste una ricetta unica, ma ogni famiglia ha la sua, o più d'una.
Personalmente ne ho almeno 3, dal risultato garantito, ma quella che preferisco è quella che vi propongo. Il risultato che si ottiene è un bocconotto morbido ma che non si sbriciola (uso uova intere invece che soli tuorli), che rimane perfetto anche dopo giorni.

INGREDIENTI (dose per circa 30 bocconotti)

6 uova intere
300 gr di zucchero
250 gr di burro
50 gr di strutto
buccia di 1 limone grattata
2 bustine di lievito per dolci
circa 1 Kg di farina 00 (io mi regolo ad occhio, la consistenza deve essere compatta ma morbida)


PROCEDIMENTO

Preparare la pasta frolla e farla riposare in frigorifero per 1 ora.
Imburrare gli stampini d'alluminio (oppure i pirottini di carta) e rivestirli con un disco di impasto. Riepirli di marmellata e chiudere con un altro disco d'impasto chiudendo bene i bordi per evitare la fuoriuscita di ripieno durante la cottura.
Infornare a 180° in forno preriscaldato, finchè i bocconotti saranno ben dorati.


23 sassolini:

marjlet 17 agosto 2008 20:56  

rosy! tanti auguri per le nozze d'argento dei tuoi genitori!
i tuoi biscottini calabresi mi mancavano!:)
un bacio grande grande

unika 18 agosto 2008 10:54  

tanti tanti auguri ai tuoi genitori:-)
Annamaria

essenza di vaniglia 18 agosto 2008 14:36  

ciao! complimenti per i tuoi cavalli di battaglia: belli da vedere e sicuramente buonissimi da mangiare...
ti ringrazio per la visita e ricambio volentieri il link!
a presto!

Precisina 18 agosto 2008 16:51  

Che ti devo dì, viva le ricette semplici (capirai, definiscimi la parola 'semplice' e poi ne riparliamo), viva i dolci genuini e viva i tuoi fantastici cavalli di battaglia che ne sono un'espressione davvero grandiosa!!! La ciambellona la conoscevo, la crostata m'ha lasciato senza parole e i bocconotti sono già in lista! Auguri ai parents!!!

Rorò 18 agosto 2008 18:11  

@Marialetizia grazie di cuore!
I bocconotti sono buonissimi, te lo assicuro!

@Annamaria grazie anche a te!

@Vaniglia baci!

@Precisina grazie!
Hai ragione; ci sarebbe da parlare ore e ore sul concetto di "semplicità" e su come venga attribuito a preparazioni culinarie!
D'altro canto ho solo 24 anni, ho tutto il tempo di perfezionarmi ed imparare cose sempre più complicate.
Baciotti!

NIGHTFAIRY 19 agosto 2008 16:39  

Cara Rò, ti capisco!anche io cerco di variare, ma poi certe cose vengono sempre richieste e si cerca di accontentare chi ci sta inotorno :)
Del resto come dire di no a questo dolcissimo tris?! :-p Mi incuriosisce soprattutto la crostata, mi hanno regalato degli amaretti e volevo tramutarli in una torta, visto che non mi piacciono..ghgh

Firesil85 19 agosto 2008 17:14  

Ciao Rosy eccomi sono passata....sto facendo un giro nel blog, ke belle ricettine, anke tu sei brava eh...
Ti inserisco anche io tra i preferiti....così non ci perdiamo di vista!!!
A presto Silvia....

unika 19 agosto 2008 17:15  

si è vero..l'aria si è rinfrescata e si sta decisamente meglio...spero che non si alzino le temperature ora che vado a napoli:-)
Annamaria

Polinnia 19 agosto 2008 17:24  

ciao sono Polinia, ma che brava che sei! e la crostata con sopra gli amaretti mi piace un sacco, solo che io non amo i liquori nei dolci, posso bagnarli solo con acqua? baciiiiii

Rorò 19 agosto 2008 17:44  

@Nightfairy e Silvia: grazie per le visite tempestive! Spero di conoscerci sempre meglio e confrontarci.

@Annamaria quando torni a Napoli? Questo venerdì?

@Polinnia ciao! Grazie della visita! Dopo sbircio sul tuo blog.
A dirti il vero io diluisco sempre il liquore con acqua ed il sapore non si sente molto. Serve solo ad ammorbidire gli amaretti in cottura, quindi secondo me solo acqua va più che bene. Se la fai dimmi cosa ne pensi! Ciao!!

Polinnia 19 agosto 2008 20:47  

grazie rorò! ho degli amaretti soli soletti e penso proprio che la farò presto!!!

babi 19 agosto 2008 20:48  

ciao Rorò,
tanti auguri ai tuoi genitori innanzitutto! ma...ti sembra "niente di speciale" quello che hai fatto??? sei stata bravissima, ho l'acquolina in bocca, sopratutto per i bocconotti, wow! è stato un piacere passare di qua e tornerò di sicuro a vedere quali altre dolcezze preparerai! kisses

imma-lapanciapiena 20 agosto 2008 09:28  

ciao roro saranno anche monotematici ma al loro posto farei l'ho stesso anch'io!!hanno un aspetto deliziosoooooooooo:-)baci imma

Rorò 20 agosto 2008 12:20  

@ Babi e Imma grazie 1000 della visita e dei complimenti!

Bacioni ad entrambe!
^_^

blunotte 20 agosto 2008 23:41  

auguroni ai tuoi genitori per prima cosa e poi...cosa c'è di meglio delle solite collaudate ricette , dolcetti che tutti ci chiedono, vuol dire che li fai talmente bene, che guai farti cambiare.

nino 21 agosto 2008 10:47  

Ciao,
ti ho vista da Mariluna e sono venuto a curiosare.
Complimenti per le belle ricette e
benvenuta nella blogsfera.
CIAO
Nino

Dolcienonsolo 21 agosto 2008 10:51  

Hai lasciato una ricettina più buona dell'altra....che goduria i bocconotti con le mandorle...sono tipici di Mormanno!!!Grazie Rò

Rorò 21 agosto 2008 12:49  

@Blunotte grazie! Passerò presto a trovarti per lasciarti gli auguri di compleanno! Baci!

@Nino grazie 1000! Benvenuto a te nel mio blog. A presto!

@Dolcienonsolo grazie! Voi conoscete benissimo la bontà di questi dolcetti. Con le mandorle poi sono una delizia.
Una signora del mio paese, originaria di Mormanno, m'ha fatto assaggiare quelli che fa sua mamma...deliziosi!Bacioni!

unika 21 agosto 2008 13:17  

grazie rosy...un bacio:-)
Annamaria

Arietta 21 agosto 2008 23:45  

rorò mi stupisci sempre! che dolci meravigliosi hai tirato fuori dal cilindro!!! un ottimo regalo per i tuoi genitori (auguri in ritardo!!)
ti mando un bacione e ti sono vicina quanto allo studio: sono letteralmente sommersa tutto il giorno :(

Rorò 22 agosto 2008 12:12  

@Alessia grazie della visita e dei complimenti!
Buono studio allora!

Baciotti! ^_^

Cindystar 31 agosto 2008 11:36  

Grazie,Rorò, dipartecipare con questo splendido tris di prelibatezze!!!
Un caro augurio ai tuoi genitori...tra poco li raggiungerò anch'io!!!

Anonimo 10 novembre 2011 21:34  

comlimenti sei veramente brava ho fatto la ricetta del ciambellone e della crostata con gli amaretti mi sono venuti entrambi una cosa divina grazie tosca

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin